Mostra
Franck Goddio
Robert Wilson
Informazioni
Ufficio Stampa
Contatti
    Città e tesori sommersi | Percorso | Catalogo | The Hilti Foundation | La Venaria Reale
 

Navigazione

pixel graphic
 

I giardini

I Giardini della Reggia di Venaria Reale rappresentano una delle più significative citazioni dell’arte del giardino barocco internazionale del XVII e XVIII secolo: uno stretto connubio tra antico e moderno, un dialogo virtuoso tra insediamenti archeologici e opere contemporanee, il tutto incorniciato in una visione all’infinito che non ha riscontri analoghi fra i giardini storici italiani, per la magnificenza delle prospettive e la vastità del panorama naturale circondato dai boschi del Parco La Mandria e dalla catena montuosa delle Alpi.

Dopo due secoli di utilizzo improprio ed abbandono totale, la rovina degli 80 ettari dell’area era tale da non consentire più neanche la possibilità di percepire i frammenti di quella che era stata la conformazione originale dei Giardini. Un complesso progetto di restauro, promosso e curato dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici del Piemonte e dalla Regione Piemonte ed ultimato nelle sue parti essenziali nel corso del 2007, ha permesso un’operazione senza precedenti: la ricostruzione vera e propria di un paesaggio, con i suoi segni storici ma anche con una peculiare attenzione all’estetica ed alla fruizione moderna.

La presenza di nuove straordinarie opere d’arte contemporanea realizzate da Giuseppe Penone è stata resa possibile grazie alla collaborazione della Compagnia di San Paolo e del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea.
pixel graphic

 
  pixel graphic
| Sitemap | Imprint